La quiete dopo la tempesta

Nelle passate 48 ore, a conferma del fatto che non è assolutamente vero che “a Lizzano non succede mai niente”, in questo paesino del mezzogiorno è successo questo: una bomba è stata fatta esplodere davanti a un negozio di ferramenta e un’altra davanti a un supermercato. Sull’onda di questa esplosiva euforia, poi, qualche persona molto spiritosa ha telefonato a una maestra della scuola elementare comunicando che anche lì c’era un pacco bomba. Voilà, scuola evacuata. Grasse risate.

Mi sono molto preoccupata, un po’ scoraggiata. Poi, mentre cercavo notizie più accurate sui giornali, ho letto le dichiarazioni del sindaco che è accorso sul luogo del millantato delitto.

[“I lizzanesi sono abituati ad occuparsi in maniera «adulta» degli episodi intimidatori e delinquenziali che si verificano nel nostro paese. Per uscire da questa spirale non bisogna lasciarsi prendere dal panico o da una reazione scomposta. A mio avviso non c’entra nulla il lavoro e la questione giovanile […] E comunque l’Amministrazione comunale, le associazioni di volontariato e le parrocchie fanno interamente il loro dovere.”]

E mi sono rasserenata.

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , ,

One thought on “La quiete dopo la tempesta

  1. […] Lizzano è un contesto dal punto di vista sociale estremamente problematico. Non siamo nuovi a episodi di vandalismo e violenza (risse sulla piazza principale, violenze nei confronti dell’autista di un autobus, incendio di cassonetti, gravi episodi di bullismo, e potremmo andare avanti così). Questa situazione pare che nessuno voglia guardarla in faccia e tantomeno affrontarla. Quando successe che furono piazzate due “bombette” una davanti alla scuola elementare e una davanti a un negozio di ferramenta, il sindaco di Lizzano espresse questo atteggiamento di ostinata cecità con un paragrafo memorabile che riportammo qui. […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: