Pizzeria?

Come sapete qualche settimana fa in Puglia ci sono state le primarie. Allora io sono andata la mattina a votare nell’aula consiliare e poi a farmi un giro lì il pomeriggio.

Ovviamente c’erano anche alcune donne che sono venute a votare, ma nessuna si è fermata. Sono arrivate, hanno votato, sono andate via. Io mi volevo fermare un attimo, fare una chiacchierata, però anche io che sono giovane e (credo) anche abbastanza emancipata, ero un po’ in difficoltà. Tutti quelli che erano fermi in capannelli a parlare, ma tutti, erano uomini.

Allora oggi, che è pure l’otto marzo, mi è venuto in mente di quando alla scuola media l’otto marzo andavo a cena in pizzeria con le mie compagne di squadra di pallavolo, mi sono ricordata che io un po’ mi sono sempre sentita in imbarazzo in quelle serate. Mi sembrava un po’ triste come cosa, ecco.

Poi invece uno si diverte, non dico di no. Però perché, per esempio, oltre che regalare le mimose alle professoresse e alle compagne di classe, oltre che mandarci gli auguri via sms, non cerchiamo di capire che cos’è che ci tiene lontane dalle varie sezioni dei diversi partiti?

Che ci può essere di così sconveniente in una donna che fa politica seriamente? Perché se c’è una donna in lista è sempre considerata come un accessorio? Un “di più” che dovrebbe dimostrare l’apertura mentale del partito. Lo trovo insopportabile.

Contrassegnato da tag , , , , , , , , ,

2 thoughts on “Pizzeria?

  1. elio scrive:

    …”perché, per esempio, oltre che regalare le mimose alle professoresse e alle compagne di classe, oltre che mandarci gli auguri via sms, non cerchiamo di capire che cos’è che ci tiene lontane dalle varie sezioni dei diversi partiti?…Che ci può essere di così sconveniente in una donna che fa politica seriamente? Perché se c’è una donna in lista è sempre considerata come un accessorio? Un “di più” che dovrebbe dimostrare l’apertura mentale del partito. Lo trovo insopportabile.”
    vero tutto quello che dici. la questione però è anche legata al modo di intendere la politica, e qui ci sono due scuole di pensiero: la politica come impegno morale di ognuno (coscienza sociale/politica); e la politica come forma di furto legalizzato o quasi ai danni della “polis”(per mano di pochi a danno dei più).
    la verità è che se c’è un luogo deputato a fare politica, bè quel luogo non è la sezione di partito così come di sicuro non è il parlamento. sezioni/partito/parlamento etc sono espressioni degenerate della falsa-politica, quella, tanto per intenderci, nella quale è assolutamente vietato avere una coscienza sociale.
    sono altresì convinto che la vera-politica è quella basata sull’impegno collettivo e sul raggiungimento di comuni obbiettivi, ma per fare quella politica occorre non appartenere a nessuna corrente/partito/sezione.
    in definitiva tutti possono e devono essere “politici”. le donne lontano dalle sezioni sono un retaggio discriminatorio della falsa politica, un retaggio di quando alle donne non era consentito di nuocere alla società.
    la domanda a questo punto è: “è giusto che anche alle donne sia data l’opportuntà di delinquere legalmente come hanno fatto da sempre gli uomini?”. la domanda che pongo e dichiaratamente ironica-provocatoria,
    ma la risposta è tutt’altro che retorica. secondo me…NO! nessuno dovrebbe aspirare a partecipare a quel patetico circo di buffoni che è la politica. nessuno dovrebbe essere messo in grado di nuocere alla salute della società.
    se però vogliamo fingere (come daltronde si fà) che la politica dei partitini e dei furbetti sia la vera politica bè allora forza donne!!..tutte dentro!..tutte sopra il carro allegorico della democrazia, del bello, del vero e del giusto.
    scusami tanto.
    sicuramente t’avrò annoiato a morte. il mio è più uno sfogo. ..e poi non capita tutti i giorni di trrovarsi di fronte ad una “persona” (sostantivo femminile sigolare) con una coscienza sociale. mi piace quello che scrivi ecco perchè commento quello ho letto. ciao.

    p.s.
    ASSIOMA DI AMENRINGER: La politica e’ la sottile arte di prendere voti dai poveri e finanziamenti dai ricchi promettendo di proteggere gli uni dagli altri.
    Arthur Bloch

    p.s.2
    Adoro i partiti politici: sono gli unici luoghi rimasti dove la gente non parla di politica.
    Oscar Wilde

    p.s.3
    Alcuni vivono per la politica, molti della politica.
    Max Weber

    • Ciao Elio,

      grazie per le tue parole e scusa il ritardo nella risposta. Capisco, credimi, lo sbigottimento e la rabbia per la situazione che viviamo in Italia da tanti anni e che sembra vada sempre a peggiorare. Il berlusconismo è l’immagine fedele dell’italietta degli egoismi, degli interessi singoli, della legalizzazione e del sentirsi furbi quando si sta al di fuori delle regole, a discapito degli altri. Neanche io, come te, mi sento rappresentata dalle persone che abitano oggi il nostro Parlamento. Ma questo non vuol dire, però, che abbia smesso di credere nell’istituzione democratica. Io credo che la democrazia possa essere migliore. Che la nostra società possa esprimere una classe politica migliore, che non dobbiamo smettere di crederci e che dobbiamo impegnarci per difendere la libertà di pensiero e lo sviluppo sociale fin dall’interno delle nostre case, SENZA RINUNCIARE però a presidiare anche i luoghi del potere. Se noi smettiamo di crederci, se ci limitiamo ad allontanarci schifati, non riusciremo a riformare questo paese. E dobbiamo farlo, DOBBIAMO!
      Non facciamoci vincere dalla disperazione e dalla rabbia! Troviamo le strade e, se non ci sono, costruiamole!
      Sul fatto che poi le donne debbano avere le stesse possibilità (eventualmente anche di rubare, già) degli uomini… beh, la risposta è ovviamente sì. L’uguaglianza è una strada a volte difficile da percorrere e che conduce a paradossi, ma è l’unica strada verso una società più giusta.

      Grazie,

      Francesca.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: