Diario di un ritorno

Sono appena tornata a Milano. Erano anni che non andavo alla fiera di San Pasquale, quanti non lo so, ma tanti. Forse per questo non mi aspettavo che mi sarebbe piaciuto così tanto. E’ stato come ritrovare la stessa felicità di quando mi affacciavo al balcone per guardare se c’erano le bancarelle. Stranissimo, bello.

Mi sono detta che fanno bene quelli che “dove sto sto a San Pasquale devo tornare”. Com’è strana la sensazione di tornare in un posto dove per strada ti riconoscono, quando ti sei abituato a vivere in una grande città. E’ strano anche di colpo essere in un posto in cui senti che c’hai le coordinate per capire bene che ti succede intorno.

Grotowski diceva “tu sei perché sei figlio di qualcuno”. Io a questa cosa ci penso spesso. E’ bello sentirsi figli di qualcuno, a volte basta poco.

Contrassegnato da tag , , , ,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: