Provincia e discarica: sì o no?

Stiamo cercando di capirci qualcosa. Se qualcuno di voi può aiutarci a fare luce, si faccia avanti. Qui il mistero si infittisce.

Contrassegnato da tag , , , , , , ,

2 thoughts on “Provincia e discarica: sì o no?

  1. armando scrive:

    E’ facile cercare di ritagliarsi il proprio spazio durante una manifestazione, o un evento organizzato da qualcun altro,dove tutti sono con il naso sospeso ed alcuni pronti a sfoggiare il miglior abito da sera, in compagnia del proprio “amico” loggato, con sguardi rivolti a tutto ciò che risulta essere diverso, “ma molto più vero” rispetto alle proprie vite mediocri basate sulla critica, e di un non alimento assunto come elemento per il proprio godimento…
    non si può fare una paternale con una birra in mano, ne tantomeno aspettarsi che altri facciano i martiri senza cervello…perchè la vera causa che spinge alla ribellione è quella che accomuna i problemi di molte persone, e sarebbe saggio iniziare a far parlare di se didversamente da come alcuni soggetti stiano facendo…
    siamo pedine in mano ai potenti, la risata è d’obbligo se i mezzi sono borghesi…chi non lavora non suda, e chi non suda non smaltisce le scorie lasciate accumulare da anni di silenzio omeroso…
    la ribellione non è una moda legata a correnti politiche, nè tantomeno dovrebbe essere lasciata in mano a chi non è socialmente produttivo, senza analizzare ciò che costoro lasciano consumare tra le proprie dita rischiando di mandare in fumo non soltanto la propria vita…
    e non mi và di seguire senza cervello gente che ripudia il proprio paese, soltanto perchè per primo non riesce ad accettare se stesso, scrollandosi la colpa nascosta della propria inclinazione, che per moda o tendenza non sarò io a giudicare…
    siamo tutti bravi con le parole, maggiore facilità per chi ha studiato con i soldi di papà, che oggi spinge nel senso opposto dell’omertà, e non serve un teatro o un trucco da palcoscenico per essere attori improvvisati, e saper bene recitare una parte che è ben lontana dal calzare perfettamente con le proprie volontà.
    assemblee circoscritte in quattro mura…BLOCCHIAMO LE STRADE PORCA PUTTANA, quelle di condotta,… SE IL CESSO SI TAPPA STRABORDA TUTTA LA MERDA..e sarà allora che tutto sarà più evidente, la catena se salda non si spezzerà facilmente, e prima che ciò accada credetemi, non sarà più soltanto un problema localizzato , ma focalizzato che a macchia d’olio si allargherà, e solo allora si vedrà chi ha i coglioni per continuare o abbandonare…perchè non sarà più la causa del nostro paese, ma delle mazzette perse date mese per mese, la responsabilità crescerà, ma come si sà, la guerra miete le proprie vittime…ma che oggi comunque ci sono, per condizione di causa…quella per cui dovremmo lottare con le PALLE IN MANO. Armando

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: