Nome in codice “ragnatela”.

Ci sono un bel po’ di documenti falsi, laboratori di analisi, singoli professionisti e titolari di discariche, poi 3.000 pagine di informative dei carabinieri, 140 pagine di ordinanza  del gip… e 100 mila tonnellate di rifiuti tossici. Non è l’inizio di una barzelletta. E’ la nuova inchiesta dei Noe che ha già portato all’arresto di nove persone. Tra gli indagati ci sono “la discarica ‘Senesi’ di Morrovalle di Macerata, la Bleu di Canosa di Puglia, la Vergine srl di Taranto, la Wev di Dresda in Germania, e altre cinque impianti su cui gli accertamenti sono ancora in corso.”

Contrassegnato da tag , , , ,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: