Davvero è tutto in regola?

Ci sono alcuni lizzanesi che quando gli parli della puzza ti dicono “è tutto in regola”. Allora tu gli domandi “ma la puzza la senti?” e loro ti rispondono “le carte sono tutte a posto”. Per me rimane questo modo di ragionare rimane un mistero. Stamattina alle cinque mi sono svegliata con la sensazione che qualcuno mi stesse strangolando. Mi sono svegliata, ed era la puzza. Ho chiuso la finestra, ma era già dentro e la gola ha continuato a farmi male per ore. Il pensiero che le carte fossero in regola non è riuscito ad alleviare il fastidio, la nausea, nè a farmi riaddormentare.

Ma il fatto è che, anche se uno si suggestiona a tal punto che quando viene svegliato dalla puzza pensa che le carte sono in regola e si riaddormenta felice e sereno, anche se uno riesce così tanto a manipolare la sua percezione della realtà, non si può ignorare il fatto che non è vero che le carte sono tutte in regola. Che se lo fossero non nascerebbero le inchieste. Come quelle che sono nate negli scorsi anni, e come quella in corso adesso, di cui abbiamo parlato, l’inchiesta Ragnatela.

Guardate questo servizio di Antennasud. Il tg del 16 luglio.

Contrassegnato da tag , , , , ,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: