L’isola che (purtroppo) c’è

Oggi Lizzano protesta. Oggi Lizzano è in festa. Vi sembrano cose contrastanti? Non lo sono, perché non si può non festeggiare quando gli abitanti di un paese decidono di alzare la testa e dire senza paura per le strade: “noi a questo paese gli vogliamo bene, non sarà così facile strozzarlo”. Questo sarebbe bello celebrare oggi: una grande festa non contro qualcuno, ma PER il nostro caro paese. In cui si celebra l’amore per la nostra terra. C’è bisogno di essere forti, di essere in tanti, perché solo in tanti si può combattere questa battaglia, non per retorica, ma per una semplice verità: il paese è di tutti, e non c’è nessuno che se ne possa occupare da solo, persone singole o gruppi che siano.

Sarebbe bello che oggi il sindaco Stefano, il sindaco di Taranto, guardasse anche lui Lizzano in festa. Che capisse l’importanza cruciale per noi di quell’isola amministrativa (mai dimenticata dai politici) e dei paesi che le stanno intorno, in perenne oblìo.

Nel 2007 sul blog del Presidio Permanente No Discariche comparve questa lettera a Ippazio Stefàno, avremmo potuto scriverla anche oggi:

Isola amministrativa di Taranto. E’ qui che la democrazia finisce, sepolta viva sotto i rifiuti che la gente del posto non sopporterà oltre. La discarica Vergine è l’ennesima fine di questo territorio, di questa provincia in cui 72 discariche per 29 Comuni sono uguali all’inizio del degrado di una dignità che noi continueremo a difendere con le unghie e coi denti.
Contrada Palombara, isola amministrativa di Taranto. E lei, Stefano, sindaco in carica, che dice al riguardo? Starà ancora zitto? I silenzi saranno considerati complicità di fronte ai tanti cittadini pronti a fare qualcosa, qualsiasi cosa pur di difendersi nel nome di una causa giusta. Persone che hanno intrapreso un cammino collettivo contro la paura che incute il nome di un gestore di immondizia, per anni spalleggiato da quei politici pronti a dargli autorizzazioni e nulla osta e altrettanto pronti a far finta di niente quando a parlare è la gente comune.
Continua a leggerla qui.
Contrassegnato da tag , , , , , , , , , ,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: