Una discarica diventa un’opera d’arte

Jardim Gramacho è la discarica di spazzatura più grande del mondo, e si trova vicino Rio de Janeiro, in Brasile.

I “catadores” sono persone che passano le loro giornate in mezzo a questi rifiuti, differenziando i materiali ammucchiati in questa enorme distesa di immondizia. Il 65% sono donne e ci sono anche tantissimi bambini. È inutile dire che passare le proprie giornate sotto il sole in mezzo all’immondizia, non è la cosa più salubre che ci venga in mente.

Vik Muniz è un artista brasiliano che vive a New York. Uno scultore e un fotografo che un giorno ha deciso di tornare in Brasile, andare in questa discarica e realizzare una delle sue opere avendo come protagonisti proprio i catadores. Il regista Lucy Walker lo ha seguito, e il risultato di questo viaggio è un documentario meraviglioso che si intitola “Waste land“, “La terra degli scarti” dove gli scarti non sono solo i rifiuti, ma gli stessi catadores, gli abitanti della discarica.

“Waste land” è una testimonianza meravigliosa di come l’arte possa riscattare anche una situazione così disperata. Basta guardare le facce di questi catadores per capire che la loro vita non sarà più la stessa. E la nostra?

 

WASTE LAND Official Trailer from Emily Rothschild on Vimeo.

Contrassegnato da tag , , , , , , , ,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: