Destinazione Timbuktu: datemi un’app e immaginerò un mondo

Simona Durzu mi ha intervistato per il suo blog “Love at First South” e abbiamo chiacchierato di Startup, di educazione, di innovazione, e dei progetti che abbiamo per Timbuktu!

I Loved you @ First South

BACKGROUND_desktop_nutcracker_2

“È sempre stata una ragazzina ribelle. I suoi capelli ne sono la prova”.

Sul sito di Timbuktu, startup di cui è cofondatrice, Francesca Cavallo si presenta così.
Nonostante i successi ottenuti negli ultimi anni, e la consapevolezza di aver cambiato per sempre le regole dell’editoria digitale, l’enfant terrible della tecnologia non ha perso i suoi segni particolari: un migliaio di ricci neri (ciocca più, ciocca meno) e la capacità di immaginare nuovi percorsi.
Fra il mondo che vede, e quello che saprà creare.

Timbuktu è un luogo reale, bellissimo, ma è anche una parola che evoca le avventure più esotiche, con il loro carico di intuizioni e scoperte.
Un po’ come quelle fatte da Elena e Francesca quando, nel 2010, assistono al lancio dell’iPad. L’interattività offerta dalla “tavoletta”, unita alla facilità d’uso dimostrata dai più piccoli nativi digitali, dà vita a un magazine che crescerà insieme…

View original post 1.441 altre parole

Advertisements

2 thoughts on “Destinazione Timbuktu: datemi un’app e immaginerò un mondo

  1. traslocatori scrive:

    Sono impressionato dalla qualit delle informazioni su questo sito. Ci sono un sacco di buone risorse qui. Sono sicuro che visiter di nuovo il vostro blog molto presto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: