Sposare l’azienda

In questo periodo di crisi nera, qui in Italia, dove la cultura dei diritti non è stata mai molto forte, si sono terribilmente aggravati alcuni vizi tremendissimi.

Uno di questi è credere che quando si paga un lavoratore, non si compra il suo lavoro, ma la sua persona.

Cari capitani d’industria, responsabili, manager, direttori, dirigenti… questo è scorretto, moralmente sbagliato, illegale e, soprattutto (dal vostro punto di vista) svaluta in partenza l’investimento che fate sulle persone con cui scegliete di collaborare. Perché se un lavoratore lo trattate così, quello se è bravo davvero, appena può se ne andrà. E voi dovrete ricominciare da capo. Un gran, gran spreco.

Google ha aumentato del 10% gli stipendi dei suoi dipendenti per evitare la fuga di cervelli. Mi sembra che loro di affari se ne intendano, no?

Contrassegnato da tag , , , , ,

One thought on “Sposare l’azienda

  1. LaStancaSylvie scrive:

    Cara, con me sfondi una porta aperta.
    LaStancaSylvie

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: